Il mio abito da sposa con i pantaloni

Sono Elena e oggi voglio raccontarvi il mio abito da sposa con i pantaloni!

Avevamo deciso la ‘nostra data’, il 10 Settembre 2011, prenotato location e catering… Era arrivato il momento di scegliere il mio abito da sposa!

Non vi nascondo che è stata pura emozione… Ma un’emozione strana, quasi surreale!

Non sono mai stata una sognatrice, ho sempre vissuto le emozioni in modo razionale. A differenza di tante ragazze che conosco, non sono mai rimasta incantata davanti alle vetrine dei negozi di abiti da sposa, ad immaginarmi con quell’abito indosso… Non so ancora spiegarmi il motivo, forse nessun abito aveva ancora attirato la mia attenzione: troppe gonne, pizzi, merletti… tutt’altro che il mio stile!

Io, abituata a vestire jeans e scarpe da ginnastica non mi sarei mai sentita a mio agio dentro ad un abito da sposa da principessa. Volevo vivere quel giorno da ‘me stessa’, non da personaggio delle fiabe. Si, era proprio questo quello che volevo!!!

Un giorno, quasi per caso, ho iniziato a curiosare un po’ su internet alla ricerca di qualche idea… ed è stata come un’illuminazione!! Proprio qui, su Nozzeclick, mi sono ritrovata a leggere l’articolo ‘Il giorno delle nozze i pantaloni li porta la sposa!’…  sotto le prime righe ho visto l’abito che poi sarebbe diventato IL MIO ABITO! Nella leggerezza dello chiffon di seta, coniugava semplicità, eleganza e un tocco di originalità: non c’era una gonna bensì …. i pantaloni!!!!!! Si, avete letto bene, i pantaloni!!! In un solo abito, l’originalità dei pantaloni e la femminilità del corpetto e dello strascico. L’ho riguardato una volta, due, tre e poi mi sono detta: perché no??! Non avevo mai pensato all’idea di indossare i pantaloni, mi ero quasi arresa all’idea di vestire un abito ‘tradizionale’ ma solo un po’ meno principesco di quelli che si vedono nelle vetrine… E invece eccolo lì!!!!

Non ci ho pensato due volte… ho fissato un appuntamento in un atelier della mia città e mi sono presentata con in mano una chiavetta USB, su cui avevo caricato l’immagine scaricata da internet, dicendo alla commessa: “Io vorrei questo abito, potete farmelo su misura?”. E così è andata. Senza quasi rendermene conto avevo scelto il mio abito da sposa. Vi potrà forse sembrare strano ma non ho provato nessun altro abito…

Devo ammettere che il giorno della prima prova, mentre camminavo verso il negozio, ero stata colta da una certa ansia… ‘E se poi non mi piace? E se non mi sta bene? E se non dovessi piacere al mio futuro marito?’. E invece, niente di tutto questo!! Non vi dico l’emozione quando l’ho visto, a soli due mesi di distanza dal matrimonio, appeso alla gruccia nel salottino di prova!! Non mi sembrava vero trovarmelo lì, davanti ai miei occhi! Alcuni mesi prima era solo un’immagine e ora era davanti a me, pronto per essere indossato per la prima volta.

Mi è scivolato addosso nella perfezione di un abito confezionato su misura e guardandomi allo specchio del salottino non ho potuto fare altro che emozionarmi e pensare al momento in cui sarei scesa dalla macchina, sotto gli sguardi curiosi degli invitati, accolta dall’uomo che sarebbe diventato mio marito!! Che altro aggiungere… Guardando gli scatti di quella giornata indimenticabile ho visto la vera ‘me stessa’, una ragazza semplice, moderna e con la voglia, e perché no il coraggio, di rivoluzionare anche il giorno più tradizionale!!

Elena

11 commenti a " Il mio abito da sposa con i pantaloni ";

  1. Irene scrive:

    Bellissimo racconto Elena, complimenti! Queste tue righe mi hanno fatto immaginare e “vivere” tutte le emozioni che ti hanno accompagnata nella tua scelta: davvero complimenti, un vestito splendido e soprattutto…stavi benissimo! Bellissime foto, bellissima atmosfera, davvero complimenti!

  2. Chiara scrive:

    Molto originale e molto comoda. Bel racconto. :-)

  3. FRANCESCA scrive:

    anche io come te ho avuto lo stesso coraggio nel 2004 e dopo la cerimonia siamo andati via in moto…..e’stata una bellissima follia noi come tutti gli invitati(ovviamente quasi tutti in moto) abbiamo un ricordo bellissimo ma ricordo anche quanto abbiamo dovuto lottare con i nostri(che alla fine sono stati contenti) per farlo……
    complimenti
    Francesca

  4. LA FRA scrive:

    Io ho già esposto il mio pensiero in privato ma ribadisco: SPETTACOLO!!!!!!!!!!!!!!!! ^_____^

  5. GIANNA scrive:

    ciao elena bellissimo, posso essere indiscreta e chiederti quanto l’hai pagato, vorrei sposarmi a maggio e anche io non ho mai sognato il classico abito da matrimonio ma vorrei solo sentirmi a mio agio, pero visto lo crisi ho anche le finanze al minimo!

  6. emi scrive:

    bellissimooooo complimenti. brava.

  7. Cecilia scrive:

    Che bel racconto che belle fotografie che bell’abito matrimoniale con i pantaloni che ha indossato Elena nel giorno delle nozze!!!!!! Davvero in bellissimo racconto e un bellissimo vestito!!!!!! =)

  8. Cecilia scrive:

    Che bel racconto che belle fotografie che bell’abito matrimoniale con i pantaloni che ha indossato Elena nel giorno delle nozze!!!!!! Davvero in bellissimo racconto e un bellissimo vestito!!!!!! =)

  9. elisabetta scrive:

    Gent.ma Elena tutti i miei complimenti, per esserti differenziata dalle solite spose stereotipate ( anche se bellissime…). Hai fatto indubbiamente la scelta giusta, condivisibilissima e senza dubbio apprezzabile in ogni suo singolo dettaglio. Stai benissimo, sei perfetta, ed ogni fotografia ti rende giustizia … e giuro, pur non conoscendoti, sembra che quell’abito, calzi a pennello non solo la tua figura, ma soprattutto il tuo stile di vita spontaneo e simpatico. Auguri vivissimi e un caro saluto da una persona che tutta la vita è stata sempre controcorrente!

  10. Barbara scrive:

    Cara Elena, mi permetto un tono confidenziale tra donne, avevo visto le foto del tuo abito in altri siti ma non avevo letto la tua storia che oltre che emozionarmi, condivido per la scelta . Il tuo indugio nella scelta dell’abito mi è familiare con motivazioni di base comuni, ma anche perché per me sarebbero seconde nozze e sicuramente con quaranta anni superati. Ma accanto a me ho tre figli meravigliosi di cui due femmine che parteggiano per un abito se non principesco sicuramente molto elegante… Bene il tuo abito forse ha risolto il mio dilemma: ho in mente un abito sulla tua riga ma differente, anche per la stagione di primavera, nelle parti superiori dal corpetto all’accessorio per coprirmi ma sicuramente con con un pantalone per correre dietro al piccolo
    e leggero strascico per le mie figlie. Grazie per la tua decisione e complimenti eri bellissima

Rispondi